Cessione del Quinto per insegnanti: un prestito che conviene

Aumento richieste di prestito nel 2017: +9,2% rispetto al 2015

by in PRESTITI

A dicembre del 2017 il Barometro Crif, uno strumento atto a raccogliere informazioni sulla maggior parte dei finanziamenti erogati nel nostro Paese, ha registrato un aumento delle richieste di prestito da parte delle famiglie. Gli italiani che decidono di effettuare una richiesta di finanziamento sono mossi soprattutto da motivi di natura personale.

Aumento richieste di prestito: spiccano i prestiti personali

Secondo il Barometro Crif, l’aumento delle richieste di prestito ammonta all’1,9% rispetto all’anno 2016, mentre si è rivelato un aumento del 9,2% rispetto al 2015.

Simone Capecchi, executive director di Crif, ha sottolineato che il dato registrato “conferma la vitalità del mercato del credito che, fra l’altro, sta velocemente cambiando pelle, con le nuove tecnologie che favoriscono lo sviluppo di nuovi canali distributivi e l’ingresso di nuovi player”.

A contribuire all’aumento delle richieste di prestito sono soprattutto i prestiti personali (+5,4% l’aumento su base annua); per quanto riguarda invece quelli finalizzati all’acquisto di un bene o di un servizio, è stato registrato un calo dello 0,8% rispetto al 2016.

Aumento richieste di prestito: gli over 55 preferiscono i prestiti finalizzati

Analizzando le richieste di prestito dell’anno che ci ha appena lasciato, è emerso che la maggior parte dei richiedenti si colloca in una fascia di età compresa tra i 45 e i 54 anni (25,7%); una percentuale leggermente inferiore (23,6%) è quella della fascia di età compresa tra i 35 e i 44 anni. Inoltre, si è registrato anche un aumento delle richieste di prestito anche da parte degli over 55 (+1.1 rispetto al 2017). Quest’ultima categoria di richiedenti si è focalizzata soprattutto sui prestiti finalizzati.

Indagando sulle cifre richieste, si scopre che nell’anno passato si è registrato un aumento dell’importo desiderato che, unendo prestiti personali e prestiti finalizzati, arriva ad 8100€, con un incremento del 5,8% rispetto allo stesso mese del 2016.

Analizzando i dati che riguardano la durata dei finanziamenti, è possibile notare un aumento delle richieste di prestito superiori a cinque anni, in percentuale il 24,9% (+2,1% rispetto all’anno precedente). Di contro è stato registrato un calo nella classe di durata inferiore ai dodici mesi; nello specifico si è passati dal 18,7% al 16,5%

(Fonte laRepubblica.it)


Ti è stato utile questo articolo? Condividilo.

Potrebbero interessarti