SIGNOR PRESTITO | Erogazione Cessione del Quinto: quanto ci vuole per ottenere il prestito?
come ottenere la cessione del quinto

Erogazione Cessione del Quinto: quanto ci vuole per ottenere il prestito?

by in CESSIONE DEL QUINTO

Per tutti quei dipendenti pubblici, statali, privati e i pensionati INPS che hanno la necessità di ottenere un finanziamento nel minor tempo possibile, il consiglio è quello di affidarsi a società che si occupano di Cessione del Quinto. Questo perché i tempi di erogazione di una Cessione del Quinto sono ragionevolmente brevi rispetto ad altre tipologie di prestito.

Tanti possono essere i motivi che spingono una persona a richiedere un finanziamento; spese impreviste o desiderio di realizzare un progetto in serbo da tempo. Qualunque sia la motivazione non fa differenza perché i prestiti con Cessione del Quinto non necessitano di giustificativi di spesa.

Quali sono i tempi di erogazione della Cessione del Quinto

I tempi di erogazione di una Cessione del Quinto possono variare dalle due alle tre settimane circa; questo perché la suddetta tipologia di finanziamento necessita, per legge, di tempi di istruttoria ben definiti.

Il tutto inizia con la richiesta di un prestito con Cessione del Quinto da parte del cliente. Spesso è possibile fare richiesta di un preventivo online.

A quel punto, un consulente della società in questione prenderà in carico la richiesta e provvederà a contattare il cliente e lo seguirà fino al momento del bonifico di liquidazione del prestito.

L’iter di erogazione della Cessione del Quinto parte quindi con il primo contatto cliente-consulente e a seguire con una serie di step, che sono i seguenti:

  • Raccolta dei documenti necessari alla valutazione del prestito;
  • Formulazione di un preventivo personalizzato;
  • Delibera della pratica da parte dell’Istituto Sovventore;
  • Firma del contratto di Cessione del Quinto;
  • Emissione della polizza assicurativa;
  • Notifica del contratto al Datore di Lavoro;
  • Sollecito e ricezione dell’Atto di Benestare;
  • Liquidazione del saldo al Cliente.

Erogazione della Cessione del Quinto: possibili intoppi

L’iter di erogazione di una Cessione del Quinto è solitamente quello sopra riportato. Tuttavia, si può incorrere in intoppi imprevisti che potrebbero causare un rallentamento della pratica. Per fare un esempio, si pensi ad un ostacolo intenzionale posto dal datore di lavoro oppure a semplici problemi pratici come l’incompletezza della documentazione fornita dal cliente al consulente.

Se tutto scorre liscio, una volta presentati i documenti al consulente (documento di identità, tessera sanitaria, ultima busta paga e ultimo CUD) e verificati i requisiti del cliente, viene formulato il preventivo che, se accettato, verrà inviato in delibera all’Ufficio interno. Questo passaggio non richiede tempi lunghi.

Da quel momento il cliente verrà seguito costantemente da un consulente che lo informerà tempestivamente durante tutto l’iter di erogazione della Cessione del Quinto.

Erogazione della Cessione del Quinto: mai fidarsi troppo

Non tutte le società che promettono tempi brevi di erogazione della cessione del quinto e assistenza costante da parte dei consulenti rispettano tali promesse. È bene quindi diffidare di consulenti che spariscono o latitano nel momento di bisogno del cliente. Un professionista serio ha come unico obiettivo quello di soddisfare a pieno l’esigenza del richiedente e rispondere a qualsiasi dubbio il cliente abbia, rassicurandolo ed essendo il più trasparente possibile.

D’altro canto, è bene anche non fidarsi di tutte quelle società che promettono tempi di erogazione della cessione del quinto estremamente brevi, garantendo liquidità in 48 ore. L’iter ha bisogno di un tempo specifico ben definito e se questo non viene rispettato è lecito diffidare della serietà dell’azienda in questione.


Ti è stato utile questo articolo? Condividilo.

Potrebbero interessarti