Fra i vari tipi di prestiti vantaggiosi per ristrutturare casa troviamo senza ombra di dubbio i finanziamenti mediante la cessione del quinto. La facilità di accesso e le maggiori somme disponibili possono garantire immediata liquidità per riammodernare gli ambienti domestici.

In questo articolo vediamo quanto costa ristrutturare casa partendo dall’ovvia considerazione che il preventivo dipende dalle varie esigenze. Tuttavia, in ogni caso, ciò che è davvero importante è disporre delle somme necessarie: ecco perché iniziamo subito col vedere i vari tipi di prestito esistenti per ristrutturare casa.

Prestiti per ristrutturare casa

Fra i vari tipi di prestito, i migliori per ristrutturare casa sono il mutuo oppure la cessione del quinto. Altri prestiti personali, essendo troppo generici, possono risultare troppo costosi a causa dei tassi di interesse elevati.

I casi da noi indicati, invece, avendo garanzie prestabilite in fase contrattuale, possono garantire l’accesso ai migliori tassi di mercato. Vediamo brevemente i due casi in esame.

Il mutuo per ristrutturare casa

Il mutuo è indicato quando si ha necessità di effettuare ristrutturazioni profonde che interessano lavori di muratura e ristrutturazione degli impianti idraulici. In tal caso le somme sono superiori ai 30.000 € e, quindi, risulta conveniente stabilire un mutuo.

Lo svantaggio del mutuo è avere un numero particolarmente alto di rate previste nel piano ammortamento e, inoltre, costringe a sostenere dei costi accessori per la stipula del contratto anche piuttosto elevati, come le parcelle notarili.

Cessione del quinto per la cucina nuova

Con la cessione del quinto, invece, si può ristrutturare casa in modo agevole, soprattutto se il preventivo delle spese da sostenere si aggira sui 30.000 €. Come vedremo, in caso si abbia bisogno solo di rinnovare la cucina componibile con gli elettrodomestici, il preventivo minimo si attesta sugli 8.400 €.

A questo andrebbe aggiunta almeno una ritinteggiata alle pareti e qualche accessorio di design per personalizzare gli ambienti secondo il proprio gusto estetico.

Quanto costa una cucina

Acquistare una cucina può costringere a sostenere una spesa più o meno impegnativa a seconda delle esigenze e delle scelte che si fanno. Esistono soluzioni davvero low cost ma il risultato è ritrovarsi a vivere in una casa eccessivamente modesta: un tavolo pieghevole e pochissimi elettrodomestici non possono garantire un adeguato comfort e vivibilità.

Ecco perché, in caso si voglia ristrutturare la cucina, sempre più persone scelgono di chiedere un prestito e spendere di più investendo meglio nel proprio benessere.

Vediamo dunque quanto costa ristrutturare casa e comprare una cucina nuova. Le voci che incidono sulla spesa sono:

  • Eventuali lavori di muratura;
  • Marca e marchio d’arredo cucina;
  • Tubatura e rubinetteria;
  • Utensili e Design;
  • Elettrodomestici.

Cucine componibili: come sceglierle

Per l’acquisto di una cucina componibile si parte dai 3.500 €. Ma questa somma non può assicurare una qualità standard sinonimo di garanzia di lungo utilizzo. Il costo medio delle cucine componibili si attesta tra i 7.000 € e i 15.000 € ma si può arrivare anche a superare i 25.000 € per cucine componibili firmate.

Acquistare elettrodomestici

Per quanto riguarda il capitolo elettrodomestici, non possiamo non ricordare che conviene pensare a moderne soluzioni di domotica, in caso si stia ristrutturando casa. La domotica offre soluzioni informatiche ed elettroniche per la gestione degli elettrodomestici presenti negli ambienti domestici. Dal termostato alle persiane, dalla sveglia al frigorifero, dall’illuminotecnica ai sistemi di sicurezza, tutto può essere oggi gestito facilmente con uno smartphone.

Elettrodomestici inclusi nell’acquisto della cucina

Per quanto riguarda gli elettrodomestici inclusi normalmente in una cucina componibile questi normalmente hanno prezzi convenienti se acquistati nel pacchetto offerto dalla casa di arredo. Volendoli acquistare singolarmente per realizzare cucine personalizzate, questi componenti avrebbero prezzi nettamente superiori. Di regola una cucina componibile include:

  • Piano cottura;
  • Cappa aspirante;
  • Frigorifero;
  • Lavastoviglie;
  • Forno.

Elettrodomestici di base

Altri elettrodomestici di base, utili per gestire al meglio le faccende domestiche sono (i prezzi si riferiscono a un prodotto di media qualità):

  • Lavatrice, a partire da 150 €;
  • Aspirapolvere, anche da 80 €;
  • Microonde, minimo 60 €
  • Ferro da stiro da 50 €.

La somma della cucina componibile (primo prezzo) più elettrodomestici di base = 3.840 €.

Elettrodomestici confortevoli

Dopo aver acquistato gli elettrodomestici di base, si può ampliare la lista della spesa con quelli ritenuti meno indispensabili ma che possono davvero modificare la qualità della vita. Fra questi oggetti di lusso ritroviamo:

  • il Bimby o la planetaria per impastare e cucinare velocemente, a partire da 1.350 €;
  • la caffettiera elettrica per avere a casa l’espresso come al bar, da 70 €;
  • un set di pentole elettriche: grill, vaporiera e slow cooker, a partire da 350 €;
  • cassetto scaldavivande per stoviglie: utile per servire il cibo in piatti già caldi, a partire da 250 €;
  • abbattitore: in caso di passione per i carpacci di carne o di pesce, a partire da 1.500 €.

Somma cucina componibile (primo prezzo) con elettrodomestici per il comfort domestico = 7.360 €.

Elettrodomestici speciali

Altri elettrodomestici acquistabili in caso di particolari hobby sono:

  • monitor e impianto audio a cui collegare il decoder o il pc: se amate film e serie TV, 500 €;
  • friggitrice: se impazzite per fritture varie, a partire da 70 €;
  • centrifuga, frullatore ed estrattori di succo: se amate uno stile di vita sano, a partire da 50 €;
  • rompighiaccio elettrico: se non potete fare a meno dei cocktail, a partire da 350 €;
  • bollitore elettrico, tostapane e scalda-biberon: possono sempre servire, a partire da 70 €.

Tirando le somme finali, per una cucina componibile economica ma con tutti gli elettrodomestici utili, si arriva facilmente a 8.400 €.

SignorPrestito può offrirti soluzioni vantaggiose e spunti interessanti anche in caso tu voglia ristrutturare casa. I nostri consulenti potranno darti maggiori informazioni sulle voci di spesa riguardanti il finanziamento, così da completare le voci di spesa del preventivo appena stilato.