LA GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO PER DIPENDENTI PRIVATI

pensionati

Marco G., 51 anni, Genova
operaio edile

pensionati

Alessia L., 35 anni, Milano
medico

pensionati

Rebecca M., 22 anni, Venezia
cassiera

La Cessione del Quinto per dipendenti privati è la soluzione ideale per chi ha bisogno di un prestito personalizzato per realizzare piccoli e grandi progetti.

Il prestito con Cessione del Quinto per dipendenti privati può essere richiesto da dipendenti del settore privato con un contratto a tempo indeterminato o determinato (anche part-time), a condizione che abbiano un contratto di durata pari almeno a 24 mesi e con compenso continuativo.
Nello specifico si tratta, ad esempio, di dipendenti di aziende private come Spa, Srl, Cooperative storiche, di grandi dimensioni (almeno con 16 dipendenti).

Cessione del quinto per dipendenti privati: comodità e vantaggi.

La Cessione del Quinto è la formula di prestito più vantaggiosa per un dipendente privato, perché viene incontro alle esigenze personali di ogni richiedente. In più, dalla sua, ha anche la comodità, soprattutto se si guarda alla modalità di restituzione. Infatti, la Cessione del Quinto per dipendenti privati, prevede che i beneficiari non debbano più preoccuparsi di scadenze e bollettini poiché la restituzione avviene mensilmente tramite trattenuta diretta in busta paga.

In tal senso il prestito con Cessione del Quinto è la soluzione ideale per ottenere liquidità immediata per ogni tipo di acquisto: ristrutturazione di una casa, acquisto di un auto, viaggio, spese mediche, matrimonio.

Cessione del Quinto per dipendenti privati: richiedi online un preventivo personalizzato.

Il pagamento delle rate di un finanziamento con Cessione del Quinto per dipendenti privati, viene effettuato tramite trattenuta diretta in busta paga da parte dell’azienda, Spa, Srl o Cooperativa storica.

Il dipendente privato può richiedere online un preventivo che viene studiato sulla base delle sue specifiche esigenze, gratuitamente e senza alcun impegno.

Come detto, la restituzione del prestito con Cessione del Quinto per dipendenti privati avviene tramite la trattenuta diretta dalla busta paga; di conseguenza, è il datore di lavoro ad assumersi la responsabilità di rimborsare mensilmente l’importo della rata.

La durata del prestito con Cessione del Quinto può variare da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 120 mesi.

L'art. 5 del DPR n. 180 prevede che "gli impiegati e salariati dipendenti dallo Stato e dagli altri enti, aziende ed imprese (…) possono contrarre prestiti da estinguersi con cessione di quote dello stipendio fino al quinto dell'ammontare di tali emolumenti valutato al netto delle ritenute e per periodi non superiori a dieci anni”.

La Cessione del Quinto per dipendenti privati prevede due polizze assicurative.

Per i dipendenti privati, come per tutti gli altri casi (dipendenti pubblici, statali e parastatali e pensionati INPS) l’importo della rata di un prestito con Cessione del Quinto, non potrà mai superare un quinto della retribuzione mensile del lavoratore.

Per legge la Cessione del Quinto dello stipendio è coperta da determinate polizze assicurative incluse nella rata trattenuta direttamente dalla busta paga. Le assicurazioni sono due: rischio vita, che tutela il cliente e i suoi eredi in caso di decesso; rischio impiego, nel caso in cui il dipendente perda il lavoro.

ANCORA DUBBI? CHIEDI A NOI!

Compila il form qui sotto, ti risponderemo il prima possibile

I campi contrassegnati con l’asterisco (*) sono obbligatori.

OPPURE chiama il numero verde:

La tua domanda è stata inviata correttamente.
Ti risponderemo al più presto all'indirizzo email che ci hai fornito

IL TUO PREVENTIVO

Richiedi un preventivo personalizzato gratuito e senza impegno