Prestito Delega

Scopri come ottenere maggiore liquidità





Prestito delega


Il Prestito Delega è così chiamato perché il dipendente (pubblico, statale o privato) incarica, e quindi delega, il proprio Datore di Lavoro a pagare le rate di un prestito al suo posto. L'istituto della Delegazione di Pagamento deriva dall'art.1269 del Codice Civile: "se il debitore per eseguire il pagamento ha delegato un terzo, questi può obbligarsi verso il creditore".


Il prestito delega si differenzia da una classica Cessione del Quinto in quanto il datore di lavoro non è obbligato a concederlo ("il terzo delegato per eseguire il pagamento non è tenuto ad accettare l'incarico" dall'art.1269 del Codice Civile).


Prestito delega: di cosa si tratta


Il prestito delega viene spesso chiamato Cessione del doppio Quinto perché trattasi di contratto di finanziamento riservato a dipendenti del settore pubblico e privato che prevede l’addebito in busta paga di due quinti dello stipendio (ovvero di un ulteriore 20% che si aggiunge a quello già previsto da una normale Cessione del Quinto).


Se hai bisogno di importi maggiori, ti sarà possibile affiancare alla Cessione del Quinto, un prestito con delega per ottenere un finanziamento con rate mensili che possono raggiungere fino a due quinti dello stipendio, senza indicare alcuna motivazione di spesa. Signor Prestito non richiede mai giustificativi di spesa al momento della richiesta del prestito.


Il prestito delega risulta quindi un’eccezione alla Cessione del Quinto classica che prevede l’addebito di un solo quinto dello stipendio netto.


Il prestito delega è regolato dal DPR 180/1950 che stabilisce che in caso di necessità e con il consenso dell’amministrazione, è possibile fare richiesta di un ulteriore addebito del 20% in busta paga.


Il prestito delega (Cessione del doppio Quinto) risulta una possibilità di ottenere liquidità immediata molto diffusa tra i dipendenti, grazie alla modalità di restituzione.


Chi può richiedere il prestito delega


Il prestito delega è un finanziamento che può essere richiesto dai dipendenti del settore statale: quasi la totalità delle amministrazioni statali accettano le richieste di un prestito delega da parte dei propri dipendenti. La Cessione del doppio Quinto per essere accettata prevede la stipula di una Convenzione a scadenza annuale tra la società finanziaria e l’amministrazione.


Anche i dipendenti dei settori pubblici e privati possono richiedere una cessione del doppio quinto: in questo caso occorre sempre verificare che l’Ente accetti la pratica. Per il prestito delega non occorre un’anzianità di servizio.


Chi non può fare richesta del prestito delega


Non tutti hanno la possibilità di richiedere una Cessione del Doppio Quinto. Sono esclusi da questa tipologia di finanziamento i pensionati, poiché tutti gli Enti Pensionistici hanno deciso di non accettare la trattenuta della doppia rata sulla pensione.