icona home home
icona cessione cessione del quinto
icona prestiti prestiti personali
icona liquidazione liquidazione
icona lavora con noi Lavora con noi

Cessione del Quinto e disoccupazione: come funziona?

03/11/2022
Categoria: cessione
cessione
03/11/2022

La Cessione del Quinto è un prestito garantito e a tasso fisso molto diffuso tra i lavoratori dipendenti. Questo perché, grazie all'assicurazione obbligatoria, il lavoratore è tutelato in caso di imprevisti come ad esempio un licenziamento. Ma cosa succede ad una Cessione del Quinto in corso se si viene licenziati e si percepisce la disoccupazione?

Come Funziona La Cessione del Quinto in Caso Di Licenziamento

Quando si decide di richiedere una Cessione del Quinto e si sottoscrive un contratto, in quel momento, si vincola il proprio TFR a favore dell'istituto di credito. Inoltre, sappiamo che al momento della stipula di un contratto di Cessione, vengono sottoscritte le polizze assicurative volte a tutelare la finanziaria ma anche a tutelare il debitore in caso di un licenziamento non volontario.

In caso di licenziamento, il TFR può coprire il debito residuo ma potrebbe non essere sufficiente.

Prendiamo proprio questo ultimo caso. Se il lavoratore dipendente che ha sottoscritto un contratto con Cessione del Quinto viene licenziato, il debito residuo che ha con l'istituto di credito verrà estinto (tutto o in parte) con il TFR accantonato in azienda o presso il fondo.

Quando avviene un licenziamento i casi che possono verificarsi sono generalmente questi:

  • Debito residuo della Cessione del Quinto superiore rispetto al TFR accantonato: in questo specifico caso, l'ex lavoratore dipendente si troverà nella condizione di essere ancora debitore nei confronti dell'istituto di credito o dell'assicurazione. Toccherà poi al debitore estinguere la parte mancante o tramite trattenuta su altro lavoro o concordando un piano di rientro;
  • Debito residuo della Cessione del Quinto inferiore rispetto al TFR accantonato: in questo caso la somma eccedente sarà riconosciuta al lavoratore.