icona home home
icona cessione cessione del quinto
icona prestiti prestiti personali
icona liquidazione liquidazione
icona lavora con noi Lavora con noi

Ecobonus 2020: Ultime Notizie Ristrutturazioni

24/11/2020
progetti
progetti
24/11/2020
schermo di pc portatile con immagine delle classi energetiche

Con il Decreto Rilancio 2020 è stato confermato l'Ecobonus al 110% ovvero un'agevolazione per i proprietari che voglio effettuare interventi volti a migliorare l'efficienza energetica dei loro edifici.

In particolare tale decreto indica un aumento delle percentuali delle detrazioni, la possibilità di beneficiare subito dello sconto fiscale con lo sconto in fattura e lo sconto del credito e inoltre, è prevista l'estensione di tale misura ai privati che iniziano lavoro incentivati dal precedente bonus ristrutturazioni e bonus facciate.

Come funziona l'Ecobonus 2020?

Per poter beneficiare del bonus devono verificarsi determinate condizioni. L'Ecobonus infatti viene concesso solo se sono previsti interventi di miglioramento almeno di due classi energetiche; ciò deve essere dimostrato attraverso l'Attestato di Prestazione Energetica Ape).

Tra gli interventi che possono essere coperti dall'Ecobonus ci sono:

  • Il cappotto termico che deve coprire più del 25% della superficie lorda dell'edificio. I materiali utilizzati devono rispettare i criteri ambientali dettati dal decreto del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare 11 ottobre 2017;
  • Interventi su parti comuni dell'edificio come sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per il riscaldamento o fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione con efficienza pari a classe A, impianti fotovoltaici ecc.;
  • EDR - Elemento Distinto della Retribuzione che avrebbe lo scopo di sopperire al congelamento dell'indennità di contingenza ma anche questa voce è fissa a 10,33 € da diversi anni;
  • Interventi su edifici unifamiliari.

Oltre agli interventi sopraelencati, l'Ecobonus può essere utilizzato anche per il montaggio dei pannelli solari, la realizzazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche o per gli interventi previsti dal precedente Ecobonus.

Per richiedere l'Ecobonus bisogna inoltrare la richiesta tramite il sito dell'Agenzia Enea, l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile. Ci si deve registrare per accedere, successivamente inserire i propri dati e quelli relativi all'immobile su cui si sono svolti gli interventi. La procedura richiede inoltre che venga indicato il comma di legge da applicare, successivamente bisogna compilare degli allegati e inviare la dichiarazione.

Grazie all'Ecobonus sarà possibile intervenire per migliorare l'efficienza energetica delle proprie abitazioni nonchè migliorare le prestazioni antisismiche degli edifici con i sismabonus.

Chi ha diritto a usufruire dell'Ecobonus?

I beneficiari aventi diritto all'Ecobonus introdotto dal Decreto Rilancio 2020 sono:

  • I condomini;
  • Gli istituti autonomi Case Popolari;
  • Le cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • Le organizzazioni di volontariato o di promozione sociale;
  • Le organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
  • Le associazioni o società sportive non dilettantistiche;
  • Le persone fisiche al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari.

L'Ecobonus sulle seconde case

Inizialmente il Decreto Rilancio prevedeva che l'Ecobonus potesse essere applicato per interventi anche sulle seconde case non unifamiliari. Tra il mese di giugno e luglio sono state apportate modifiche introducendo la possibilità che il bonus potesse essere utilizzate anche su strutture unifamiliari.

alt-img-2
Per saperne di più
Domande frequenti sull'Ecobonus 2020

La detrazione si applica per le spese sostenute dall'1 Luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario o postale in cui deve essere specificata la causale, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e la partita iva del soggetto a cui si sta effettuando il bonifico.

Il Superbonus è valido se l'intervento di isolamento termico coinvolge il 25 per cento della superficie disperdente lorda complessiva dell'edificio e comporta il miglioramento di due classi energetiche dell'intero edificio.