icona home home
icona cessione cessione del quinto
icona prestiti prestiti personali
icona liquidazione liquidazione
icona lavora con noi Lavora con noi

Motivi di Rifiuto Cessione del Quinto: Perché e Cosa Fare

10/10/2022
Categoria: cessione
cessione
10/10/2022

Sappiamo che la Cessione del Quinto è una particolare forma di finanziamento che prevede la restituzione dell'importo attraverso trattenute dirette sulla basta paga. Questo, agli occhi della banca, rende il prestito sicuro e quindi raramente ci si aspetta un rifiuto. Purtroppo però può accadere che la cessione del quinto sia negata a causa di elementi non attribuibili al richiedente ma all'azienda per cui lavora.

Cessione del Quinto Negata: I Motivi

La Cessione del Quinto che, come sappiamo, è riservata sia ai lavoratori dipendenti che ai pensionati, può essere negata ad entrambe le categorie.

Uno dei motivi che senza dubbio prevedono il rifiuto alla concessione del suddetto finanziamento è la mancata copertura assicurativa del richiedente; questo perché l'assicurazione in caso di cessione del quinto è un elemento obbligatorio.

Tra i motivi di cessione del quinto negata riguardanti l'azienda possiamo trovare:

  • Valutazione negativa della società in cui è assunto il richiedente la cessione dovuta a bilancio aziendale negativo, ritardi nel versamento delle rate di cessioni attive;
  • Azienda troppo piccola (meno di 16 dipendenti) o di nascita recente.

I motivi di rifiuto di una Cessione del Quinto possono non riguardare solo l'azienda. È necessario quindi prestare attenzione anche ai propri requisiti.

Altri motivi per cui una cessione del quinto possa subire un rifiuto riguardano i requisiti del richiedente. Tra questi troviamo:

  • La neo assunzione: se il richiedente è un neo assunto o ha un contratto di apprendistato la cessione del quinto viene quasi sempre negata perché le garanzie non sono sufficienti;
  • Reddito o pensione non italiana: con busta paga o pensione estera non si può accedere alla cessione del quinto;
  • Stato di salute del dipendente: in caso di problemi gravi o lunghi periodi di malattia, la cessione rischia il rifiuto da parte della Banca;
  • In caso di pensionati, vengono controllati sia lo stato di salute sia l'età.

In questo post abbiamo elencato i motivi di possibile rifiuto di una cessione ma ricordiamo che la cessione del quinto resta la tipologia di finanziamento più diffusa e richiesta perché risulta la più sicura, spesso la più vantaggiosa e sicuramente la più pratica per modalità di restituzione.

Richiedi informazioni

Per saperne di più
Domande frequenti sui Motivi di Rifiuto della Cessione del Quinto

Una Cessione del Quinto può essere rifiutata dalla banca sia per motivi che riguardano il richiedente sia per motivi che riguardano l'azienda. Ad esempio, l'azienda non deve essere troppo piccola e non deve avere un bilancio negativo. Il richiedente deve possedere busta paga o pensione italiana, avere un buono stato di salute e non essere un neoassunto.

L'azienda ha l'obbligo di accettare la cessione del quinto richiesta da un suo dipendente.